Non solo Brexit

Lo spettacolo è ottimo e adatto sia ad un pubblico adulto che di adolescenti, con un inglese chiaro e ben scandito ma non artificialmente semplificato, anzi naturale e ricco di espressioni idiomatiche.
Gli attori sono molto empatici, coinvolgono il pubblico dall’inizio alla fine e dimostrano grande professionalità.
Il ricordo dei giorni precedenti la Brexit si intreccia con un racconto piú intimo che mette insieme il dolore per la perdita di un familiare e lo scontro generazionale padre – figli. Oltre a tutto ciò emergono continuamente non solo spunti di riflessione collegabili alle ragioni di chi ha votato Leave o Remain ma piú in generale tematiche tipiche della società inglese: riferimenti storici alla Magna Carta e all’impero britannico, accenni alla multiculturalità, flash di vita quotidiana inglese e una breve ma incisiva denuncia rispetto al ruolo dei media nella costruzione delle notizie. Non posso che consigliare questo spettacolo caldamente e sono molto contenta di averlo fatto vedere a tanti miei studenti.

Georgia Lauzi Docente Liceo Carducci Milano Brexit 5 aprile, 2019