One man show fra teatro e storia, decisamente educativo

Un modo differente per insegnare la Storia. Con un matinée a teatro, perché no? Questo spettacolo di Tom Corradini si basa su un serio lavoro di ricerca storica nel quale l’autore ha messo in luce una serie di caratteri personali che riguardano i personaggi che porta sul palco. Da Mussolini stesso a Churchill, passando per figure minori, aiutato solo da una colonna sonora particolarmente azzeccata e da un pupazzo di cartone a cui l’attore presta il suo braccio, creando un immaginario dialogo fra Hitler e Mussolini che finisce per di più con un poetico e teatralmente alto bacio in bocca. Ci sono molte ottime fonti sotto questo copione, alcune celebri come il Gustave Le Bon de “La psicologia delle folle”, o il carteggio Churchill-Mussolini che ha molto fatto discutere in epoche recenti, altre meno note. Ma non manca la creazione, l’invenzione, l’arte. E non manca la bravura di un attore/autore che sa tenere il palco per circa due ore incantando ogni genere di spettatore, perfino una scolaresca relativamente inconsapevole dell’argomento dello spettacolo.

Sciltian Gastaldi Professore di Storia e giornalista Gran Consiglio - Mussolini 22 aprile, 2017